Mongoloide, ebreo, handicappato…

Mezzo mese fa avevo invitato i lettori seriali di libri, giornali ecc. a rallentare la velocità e a pesare le parole maggiormente, perché esse hanno oltre il loro significato letterario, anche una sfuggente e misteriosa profondità filosofica. Ma il consiglio era incompleto; le parole non solo si vedono con gli occhi, si ascoltano anche con le orecchie e bisognerebbe fare molta attenzione a quel che si sente o, meglio, si dice ad alta voce, con una notevole superficialità. Insomma, senza farvi perder tempo vi racconto i fatti. Esco da casa…

Leggi

I bulli sbullonati da Netflix

“13 Reasons Why” o semplicemente “13” è una serie tv distribuita da Netflix – che si conferma una delle migliori piattaforme come qualità di proposte – tratta dall’omonimo libro di successo scritto da Jay Asher (in Italia è stato pubblicato da Mondadori), diventata un vero e proprio fenomeno. Acclamata anche dalla critica, la serie ha come tema principale il bullismo. La diciasettenne Hannah a causa di una sfortunata catena di episodi, causati più o meno volontariamente dai suoi compagni di scuola, decide di mettere fine alla sua vita tagliandosi i…

Leggi

Riaperte le indagini su Georges Simenon

Geloso, scontroso, sessualmente insaziabile, quasi anaffettivo. Ecco chi era veramente Georges Simenon: un autore che nell’arco della sua esistenza è stato in grado di scrivere – pensate un po’ – più di 450 romanzi, ma che nella vita privata pare avesse poche luci e tante ombre. E difatti di noirceur, il lato oscuro dell’animo umano, parla suo figlio John a proposito del padre. Tutti conosciamo Georges Simenon come l’autore del commissario Maigret: il bonhomme – bevitore, fumatore e bongustaio – che nella Parigi del ‘900 conduce le sue inchieste con…

Leggi