Stavolta sono rimasta frecata

L’argomento che più di tutti fa venire la bile ai professori di italiano è la poesia. Si cerca di ritardare il più possibile questo modulo, inventando tutte le scuse possibili, proprio come fanno i bambini quando la mattina non vogliono andare a scuola e inscenano un mal di pancia. Ecco elencate alcune mie “scappatoie”. 1: scusate ragazzi, non sto bene, vi mando il supplente. 2: oggi facciamo un’esercitazione di lettura, perché non sapete leggere. 3: che ne direste di vedere un film sulla mafia? (Alla parola film sento sempre un…

Leggi

Delitti d’amore

Quando si parla di amore non si dovrebbe parlare di violenza. I due termini sono, infatti, da collocare agli antipodi: l’uno, l’amore, è un sentimento puro e costruttivo. L’ altro, la violenza, è un’azione che nasce dall’ odio, un sentimento contaminato e distruttivo. Non si spiegano quindi gli efferati delitti, le cui vittime sono fidanzate, mogli, amiche, mamme, figlie, professioniste, in una parola DONNE, le cui notizie turbano ormai la nostra quotidianità e ci lasciano sbalorditi e indignati come fosse, ogni volta, la prima volta. Oggi dunque parleremo di femminicidio,…

Leggi

Luca Scarlini, “Teatri d’amore” (Edizioni Nottetempo)

Un trucco efficace per capire la caratura di un libro è andare subito alla seconda e terza di copertina, contando le righe dedicate alla sinossi e quelle scritte per l’autore: se le seconde sono dominanti allora lasciate perdere, l’autore non è convinto di ciò che ha scritto, e forse è anche vanitoso. Docente dell’Accademia di Brera, performer e drammaturgo, eppure Luca Scarlini scrive di sè l’essenziale e lo stesso fa anche Alvise Bittente, l’artista visivo che ha illustrato “Teatri d’amore” edito Nottetempo. Le aspettative del lettore che guarda la copertina…

Leggi