Clara Schumann

Nata Clara Josephine Wieck, la maggior parte dei posteri la conosce con il cognome più altisonante del compositore delle celebri sinfonie di impronta romantica. Robert Schumann è oggi, in effetti, tra i due, quello più celebre. Ma Clara era quella che aveva la musica nel patrimonio genetico. Da parte di madre, soprattutto, cantante e pianista che ereditava a sua volta la passione per la musica dal nonno compositore. Il padre, invece, fu quello che la seguì in ogni tappa dell’escalation che la portò a essere nominata virtuosa da camera dell’imperatore.…

Leggi

Non c’era niente, tranne il vento e un sole bianco

Ogni cosa segue un corso prestabilito, a Lions. Il vento sferza costantemente gli altopiani, le sterminate distese di grano duro sul terreno piatto, gli edifici abbandonati e i pochi abitanti rimasti, progenie di coloro i quali in tempi lontani, vittime della propria inventiva sfrenata e di irragionevoli ambizioni, le diedero quel nome, gettando su se stessi e sulla neonata città del West una maledizione. «Non c’era niente, tranne il vento e un sole bianco. Era come non essere da nessuna parte, persi nel nulla. Sotto i piedi il vuoto. A…

Leggi