Alessia Maineri

  1. Dio esiste? Ni. Esiste “qualcuno”. Chi sia non ci è dato di sapere…
  2. Volevi nascere uomo? Da bambina volevo essere maschio (sono cresciuta in mezzo ai maschi). Ora sto bene così.
  3. I giornalisti dicono cazzate? Non tutti. Alcuni si.
  4. Lo mangi il peperoncino?  Si! Buonissimo!
  5. Qual è la tua invenzione preferita? La ruota. Senza non saremmo andati lontano.
  6. Quando è necessaria la sincerità? È fondamentale! La sincerità è un atteggiamento. Un modo di porsi. Nei rapporti, di qualsiasi tipo, non si va lontano se non si è sinceri.
  7. Come ti piace spendere i soldi? In libri!!! (domanda superflua 🙂 )
  8. Hai mai assistito a un consiglio regionale? No.
  9. Che ne pensi della morte assistita? Che faccia parte della libertà di scelta che, come esseri umani, dovremmo avere per diritto di nascita.
  10. Sai fare i panzerotti? No. Ma faccio una pizza di scarola che è la fine del mondo!
  11. Che cosa degenera nelle tue mani? Mi avvalgo della facoltà di non rispondere.
  12. Chi ti curerà da vecchia? Spero non sia necessario più di tanto che io sia curata. Il pensiero di poter diventare un peso per qualcuno, non mi piace.
  13. Ti fidi dei critici letterari? Mah! È una questione di fiducia? I critici letterari fanno il loro lavoro e basta. Si prende quello che arriva…
  14. Quando hai una bella notizia la dai subito o aspetti il momento opportuno? Dipende dalla notizia. Alcune hanno bisogno di essere subito comunicate, altre richiedono un tempo di incubazione, vanno coccolate, nutrite, seguite. E poi sono pronte per spiccare il volo.
  15. Il tuo profumo preferito? Amo gli oli essenziali e quello di arancio è in assoluto il mio preferito.
  16. Cosa pensi mentre fai la coda alle Poste Italiane? Guardo la gente che sta davanti e dietro di me e immagino come possa essere la loro vita. Immagino. Invento delle storie. Magari poi mi arriva anche un idea da mettere per iscritto!
  17. Una escort guadagna 3000 euro a notte; è un buon prezzo? Non esiste prezzo che sia buono, per un “lavoro” che prevede la vendita di te stessa…
  18. Sei mai stata a caccia con un cacciatore? No. Mio padre era un cacciatore e ho odiato questa cosa per buona parte della mia vita. Poi ha smesso e ho preso un bel respirone…
  19. Con chi parli in dialetto? Papà, mamma…i nonni quando ancora c’erano…
  20. I valori profondamenti umani sono… Qui sarebbe davvero una lista infinita. Potrei iniziare con: solidarietà, compassione, giustizia…
  21. Qual è l’ultimo esame che hai dato? Li sto ancora dando gli esami (dato che ho ripreso a studiare dopo la prima laurea). Comunque: Psicopedagogia.
  22. Cosa faresti a uno stupratore? Anche qui mi avvalgo della facoltà di non rispondere.
  23. Per te è più difficile conservare la bellezza, la ricchezza o le virtù? Le virtù. Decisamente.
  24. Quante volte in un anno ti capita di leggere la Bibbia? L’ho letta tutta (ma proprio tutta!) in seconda media. Poi non l’ho più presa in mano.
  25. Da quali rischi sei sfuggita? Il più pericoloso in assoluto è stato quello di perdermi…
  26. Con chi ti faresti “imprigionare” in una edizione del “Grande Fratello”? Alessio Boni nella versione “ornitologo” di “Tutti pazzi per amore”
  27. Hai mai lavorato in un call center? No. Mai.
  28. Tu fai la raccolta differenziata? Si.
  29. Il tuo motto.  Con la calma si fa tutto!
  30. Qual è, per te, un piacere irraggiungibile? Una baita a 3000 metri, un caminetto con tutta la legna che possa servire e con una riserva di cibo per un mese intero e una tempesta di neve epocale. Non succederà mai…

 

Related posts

Leave a Comment