Un barese campione di generosità

Non sapevo chi fosse Giorgio Saponaro. Poi nella tv nella quale lavoravo vidi Toti e Tata che nella loro telenovela comica avevano platealmente usato i suoi romanzi come zeppe per un tavolo malfermo. Pensai che lo scrittore si sarebbe offeso, invece egli dimostrò autoironia e addirittura partecipò a quello scherno recitando una piccola parte in una puntata successiva. In seguito mi capitò di intervistarlo per la Gazzetta de Mezzogiorno e lo raggiunsi a casa sua. Rimasi impressionato dalla quantità di libri che conservava e che continuava a comprare, freschi di…

Leggi

Giornalisti, vil razza dannata

Mah! Questo titolo è politically uncorrect (non chiedetemi di pronunciare questa locuzione mostruosa, alle medie mi fecero studiar francese). In verità, i giornalisti, più che una razza, sono una sottospecie di lavoratori e certamente condannati all’inferno del precariato, ma sulla viltà possiamo dire che è un’accusa fake, anzi… Perciò la definizione di Rigoletto rivolta ai cortigiani servirà unicamente come attacco ironico per descrivere un figura sociale che, in nome della libertà di stampa, non si sottrae al compito di portare una croce pesante. E dopo che vi sarete asciugati le…

Leggi

Nazisti di merda

Era da tanti anni che volevo dirlo ad alta voce, per sfogare la rabbia di essere rimasto molte volte a testa bassa di fronte a un danno irreparabile. Poi, per buona educazione, cancellavo il pensiero rancoroso e il tempo mi metteva i veli nella mente. Ma il 30 aprile, a Bologna, quell’insulto mi è venuto dal cuore e non mi pento di averlo pensato. La ragione è sempre la stessa. Mi inorridisce la conferma incessante che la Seconda Guerra Mondiale ha causato milioni di morti e ha sfregiato il volto…

Leggi