Hoppípolla, la box che porta a casa la cultura indipendente per corrispondenza

Per noi Flâneurs scrivere di cose belle è un esercizio di caduta libera e da questo vortice non se ne esce. La gravità stavolta non c’entra: è la forza di chi realizza progetti culturali innovativi a risucchiarti mentre benedici certe idee strepitose. Stavolta tocca ai creatori di Hoppípolla, una startup che impacchetta il meglio della cultura di indipendente ogni mese e la spedisce direttamente a casa con un servizio in abbonamento che varia da un mese a un anno, potete scegliere voi le modalità. Il contenuto delle box cambia a ogni uscita…

Leggi

Francesco Muzzopappa, “Heidi” (Fazi Editore)

Francesco Muzzopappa è in libreria dal 14 giugno scorso con Heidi edito da Fazi, la quarta uscita dopo Una posizione scomoda, Affari di Famiglia e Dente per Dente. Le sue copertine non sono ruffiane o soltanto congeniali a una bella foto per il lancio sui social, ma sono il risultato di un progetto artistico che funge da anteprima allo stile di Muzzopappa, che utilizza l’intera palette dei colori con decisione, le sfumature infatti non si addicono alla sua scrittura netta e vivace. E il vero errore è considerare i suoi libri leggeri e di…

Leggi

Arto Paasilinna, “Emilia l’elefante” (Iperborea)

“Un libro necessario” è il giudizio che si usa sempre più spesso durante le presentazioni dei libri. Ci sono libri imprescindibili, è vero, libri che sono dei vinili dai quali non solleveremmo mai la puntina. La necessità è una storia per pragmatici, la scelta del proprio “libro necessario” invece esce da questa logica e viaggia su una concretezza tutta personale. Quindi torniamo, per piacere, a definire un libro semplicemente “bello”. E se vi serve allenamento per tornare a dirlo, cominciate da Emilia l’elefante di Arto Paasilinna, edito Iperborea. Questa casa editrice lavora…

Leggi