Bookabook, la casa editrice in crowdfunding: a “pubblicare” sono i lettori

Quando si chiude un buon libro vorremmo correre sul primo treno per abbracciare quell’autore magico che ci ha strappato dalle cose da fare. E anche dal sonno. Sara Nissoli pubblica con Bookabook Mentre volavo via, e per fare chiarezza non si risparmia nel sottotitolo: tenetevi forte, perché si tratta di “quattordici racconti tristi che vi faranno stare meglio”. Questo libro è irriverente già dalla copertina asimmetrica in tutto: le tazze sono impilate solo a destra del mobile dai pomelli diversi, e squilibrata è anche la percezione dei sentimenti. Ci si…

Leggi

Il giro del mondo con “L’Imbustastorie” di ABEditore, una casa editrice “da favola”

Raccomando la lettura di questo articolo seguendo le seguenti istruzioni: 1) Digitate sul vostro motore di ricerca ABEditore: se non conoscete questa casa editrice è il momento di rimediare, vi state perdendo tante cose belle; 2) Lasciate perdere la retorica, penso davvero che non sia soltanto una “fabbrica di libri”, perché “gioielleria” le si addice di più; 3) Procuratevi un atlante, oppure un mappamondo, e decidete dove vi piacerebbe andare; 4) Aprite il dizionario di lingue straniere e prendete nota di tutte le novità che leggerete; 5) Se la vostra…

Leggi

È fenomeno “Rendella”: a Monopoli andare in biblioteca è pop

Bisognerebbe ribellarsi ogni tanto alla statistica. Soprattutto a quelle di fine anno che smorzano l’entusiasmo estemporaneo di trombette e cappellini. Eppure arrivano puntuali i bilanci che fanno la fortuna dei titoli dei quotidiani: “Italia, paese di anziani, single e… di intellettualoidi da testiera”. L’ultimo epiteto è opera mia perché sono abbastanza confusa. I giornali impietosi ci ricordano che anche quest’anno non abbiamo amato leggere. Eppure i social network sono il tripudio delle massime degne dell’opinionista più eclettico, o delle copertine dei libri che posano photoshoppate. In attesa di qualche tuttologo…

Leggi