Giornalisti, vil razza dannata

Mah! Questo titolo è politically uncorrect (non chiedetemi di pronunciare questa locuzione mostruosa, alle medie mi fecero studiar francese). In verità, i giornalisti, più che una razza, sono una sottospecie di lavoratori e certamente condannati all’inferno del precariato, ma sulla viltà possiamo dire che è un’accusa fake, anzi… Perciò la definizione di Rigoletto rivolta ai cortigiani servirà unicamente come attacco ironico per descrivere un figura sociale che, in nome della libertà di stampa, non si sottrae al compito di portare una croce pesante. E dopo che vi sarete asciugati le…

Leggi

E Dino disse a Torino: “Leggete e moltiplicatevi”

«Io ne ho viste cose che voi umani lettori non potreste immaginarvi: distese infinite di libri al largo degli stand del Salone Internazionale del Libro, e ho visto facce di visitatori stanchi ma sorridenti, seduti per terra in file sterminate per strappare un selfie o un autografo dell’autore preferito, appassionati della pagina scritta in piedi a formare serpentoni di decine di metri per ascoltare poche parole dell’amato scrittore. E tutti quei momenti non andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di ritornare». In sintesi, adattando per l’occasione…

Leggi

Nazisti di merda

Era da tanti anni che volevo dirlo ad alta voce, per sfogare la rabbia di essere rimasto molte volte a testa bassa di fronte a un danno irreparabile. Poi, per buona educazione, cancellavo il pensiero rancoroso e il tempo mi metteva i veli nella mente. Ma il 30 aprile, a Bologna, quell’insulto mi è venuto dal cuore e non mi pento di averlo pensato. La ragione è sempre la stessa. Mi inorridisce la conferma incessante che la Seconda Guerra Mondiale ha causato milioni di morti e ha sfregiato il volto…

Leggi