Il posto giusto

Non sapevo proprio a chi dirlo che Margaret Atwood mi aveva agganciata con questa storia dell’ancella, lasciandomi col fiato sospeso fino alla fine. E che Orwell, invece, tirato di nuovo in ballo in età matura, mi aveva spezzato il cuore. A volte, noi amanti di storie, siamo stranieri nel mondo e ci guardiamo ansiosi intorno alla ricerca di anime compatibili, qualcuno a cui dire, girando il cucchiaino nella tazzina del caffè: «Ma lo hai letto, Stoner?» «Cosa? ». «Stoner, no? John Edward Williams». «Ah, sì, Stoner! Brutta storia. Se solo…

Leggi

Trani: una biblioteca rivede la luce

«Mi sono sempre immaginato il paradiso come una specie di biblioteca» asserì Jorge Luis Borges. Probabilmente molti studenti (soprattutto universitari) abituati a vivere le biblioteche come luoghi di studio matto e disperatissimo e spesso anche disturbato non saranno dello stesso avviso e non riterranno affatto la biblioteca un locus amoenus in cui trascorrere ore liete e spensierate. Eppure questi luoghi da sempre esercitano nell’animo di molti un grande fascino: basti pensare a chi vede ancora al bibliotecario come a un topo di biblioteca e aspira a ciò perché amante della lettura o…

Leggi

Pietre Vive

La Puglia, nonostante la crisi atavica, sta vivendo un importante fermento culturale che si manifesta anche nel settore editoriale dove stanno nascendo realtà molto interessanti e capaci di offrire al pubblico dei lettori un modo nuovo e vivace di proporre i libri. Particolarmente interessante è il percorso di Pietre Vive, piccola casa editrice guidata da Vitantonio Lillo, la cui peculiarità è quella di essere una delle poche case editrici a puntare in maniera decisa sulla poesia, la cenerentola della letteratura. Quando è nata Pietre Vive? Pietre Vive, proprio come il…

Leggi