“Grazie, caro professore”

Ho conosciuto il professor Raffaele Licinio un giorno d’autunno del 2010. Frequentavo il secondo anno della facoltà di Lettere all’Università di Bari nell’anno in cui avrebbe tenuto uno dei suoi ultimi corsi, dopo una lunga e stimata carriera. Mi ci vollero pochi minuti per realizzare quanto fossi stata fortunata, fin dalle prime parole che pronunciò nell’aula B dell’Ateneo: “Io rappresento l’auctoritas, voi i sudditi. Ma io non voglio che voi vi fidiate di ciò che dico. Dovete sempre andare a controllare che ciò che dico sia giusto, perché io devo…

Leggi

Riaperte le indagini su Georges Simenon

Geloso, scontroso, sessualmente insaziabile, quasi anaffettivo. Ecco chi era veramente Georges Simenon: un autore che nell’arco della sua esistenza è stato in grado di scrivere – pensate un po’ – più di 450 romanzi, ma che nella vita privata pare avesse poche luci e tante ombre. E difatti di noirceur, il lato oscuro dell’animo umano, parla suo figlio John a proposito del padre. Tutti conosciamo Georges Simenon come l’autore del commissario Maigret: il bonhomme – bevitore, fumatore e bongustaio – che nella Parigi del ‘900 conduce le sue inchieste con…

Leggi

Pronto, signor morto, posso parlarle?

Che sia velata o meno, Napoli resta una delle metropoli più affascinanti del mondo. Cultura e storia vanno a braccetto con folclore e criminalità. Una convivenza secolare che resta il vero mistero di questa meravigliosa città. Come misterioso è stato il ritrovamento di un singolare teschio dotato di orecchie. Sì, avete letto (sentito sarebbe stato perfetto…) bene. Siamo nella Chiesa di Santa Luciella, ubicata in un vicolo a lei dedicato che taglia in perpendicolo via San Biagio dei Librai. Ci raccontano che l’edificio, un classico esempio di barocco napoletano che…

Leggi