“L’insulto” di Ziad Doueiri, Libano, 2017

Beirut. Un ingegnere palestinese capomastro, provocato dalla spregevole maleducazione del garagista Tony (Adel Karam) fervente sostenitore del Partito Cristiano, insulta quest’ultimo con un casto “stronzo”. Casto mica tanto. Una parola così, da quelle parti, innesca insulti e frasi ancora più pesanti. Una reazione a catena che scoperchia in un colpo solo tutta la potenza della questione palestinese. La cicatrice della guerra civile, dal 1975 al 1990, è ancora visibile.  Una vecchia ruggine, mai sopita e mai riverniciata.  Dialoghi serrati, un crescendo di odio che ha radici lontane, una causa che…

Leggi