Camelia, il “fior fiore” della letteratura

Avete mai assistito alla morte di una camelia, il fiore dell’amore? È commovente la sua agonia, perché non si sfalda, non si autoinfligge un inesorabile “m’ama, non m’ama” come accade per gli altri fiori, ma il calice e i petali si staccano insieme dalla pianta. Poi, piroettano nell’aria per alcuni istanti, si posano ai piedi dell’arbusto e il fiore resta lì, muto e intatto per qualche giorno, fino a quando gradualmente si ingiallisce e spira. Dunque, la camelia muore in silenzio, con rassegnazione, con dignità, proprio come accade alla “signora”…

Leggi

I cugini, divini, più amati dai meneghini

“Oddioooo, ma cos’è? È enorme.” “Wow, deve essere questo il Sancarlòn. Fammi scattare una foto!” Quella mattina avevamo percorso di buonora la strada che dalla cittadina di Stresa porta ad Arona, ammirando per tutto il tempo la bellezza di quello specchio d’acqua – il Lago Maggiore – su cui il sole disegnava ghirigori di luce. Alla guida c’era la mia collega-amica dalle risorse inesauribili, io ero seduta al lato passeggero con il cellulare pronto a immortalare i mille volti del paesaggio. Poi a un bivio ci siamo perdute, ci siamo…

Leggi