Philip Roth in celluloide

La letteratura di ogni tempo ha continuamente fornito le storie da portare sul grande schermo. Non sempre – anzi, quasi mai – con risultati eccellenti: là dove le pagine permettono voli pindarici e descrizioni approfondite in tempi sospesi, la sceneggiatura e quindi la macchina da presa sono spesso obbligate a ritmi sincopati. Se poi le storie da saccheggiare sono quelle dell’immenso Philip Roth (recentemente scomparso), beh, il compito è arduo in partenza; i suoi personaggi sono troppo complessi da sviluppare in pochi minuti di celluloide. Senza infamia e senza lode come…

Leggi

Assassinio dell’Orient Express

Già sui titoli di coda “la domanda sorge spontanea”: perché un gigante del teatro e del cinema colto e raffinato (anche se con qualche concessione di troppo a Blockbuster come “Thor”, “Iron Man” e “Jack Ryan”), ha voluto girare il rifacimento di un film celebre tanto quanto il romanzo da cui è tratto? Ce lo chiediamo anche uscendo dalla sala ci avviamo al più vicino McDonald’s (a questo punto un Crispy McBacon menù è d’obbligo): il film del 1974 con la regia di Sidney Lumet lo abbiamo visto in molti,…

Leggi