Quasi

Un ritorno felice quello di Teresa Antonacci, in libreria con “Quasi” (Les Flâneurs Edizioni), ideale proseguimento del bel romanzo “La dodicesima stanza”. Alina è uno dei personaggi meglio riusciti, se non il migliore, venuti fuori dalla copiosa penna della scrittrice pugliese. Forse perché Alina è una donna speciale – Asperger come molti dei personaggi creati da Antonacci –, ma il suo essere speciale lo si intuisce sempre tra le righe, quelle che sporcano la carta bianca delle pagine e quelle nascoste nel turbinio dei suoi sentimenti e delle sue azioni.…

Leggi