È ancora tempo di supereroi?

Cos’è un supereroe? È un individuo che non si arrende mai di fronte a nulla, un essere superiore in un mondo che va a pezzi, oppure è, addirittura, un santo? Potrebbe essere la banale sommatoria di tutte queste risposte, eppure non lo è. Un supereroe è soprattutto l’idea che esista qualcuno sempre pronto a rivoluzionare il normale andamento delle cose, se queste cose sono orchestrate dal Male. Ora, la prof di Italiano mi diceva sempre che, per diventare un vero “lettore”, avrei dovuto leggere un saggio ogni quattro o cinque…

Leggi

Dello stare

Nel 1963, Georges Simenon pubblica il romanzo “Le campane di Bicêtre” (Les anneaux de Bicêtre) nel quale si narra la condizione di René Maugras, noto direttore di un quotidiano parigino. Il protagonista giace nel letto di un ospedale, vittima di un ictus; egli è consapevole della propria situazione, infatti un paio di luminari suoi amici gli hanno assicurato che riprenderà quasi completamente l’uso del braccio destro, ma, che soprattutto potrà tornare a parlare. Tutto bene, si potrebbe pensare, e invece no: Maugras, disteso all’ombra dei suoi pensieri e delle sue…

Leggi

Con gli incipit di Dalla ci puoi girare un film

Dunque, venne prima De André con le sue canzoni dedicate agli “ultimi”, quindi gli successe De Gregori con le sue rime per i “penultimi”, infine chiuse il cerchio Dalla con i suoi versi e le sue acrobazie sonore scritte per quei nuovi soggetti che si sarebbero affacciati definitivamente alla società post “boom” industriale metà anni Settanta. Sono certo che tra i quarantamila quadri FIAT che marciarono il 14 ottobre 1980, a Torino, erano in pochi – mentre attraversavano la città- quelli che canticchiavano le canzoni di De Gregori, De André,…

Leggi